home   english    

Trieste Contemporanea: dialoghi con l'arte dell'europa centro orientale
 
giuseppe stampone
un incontro con l'artista in residenza rave 2018

dal 13 luglio 2018 al 13 luglio 2018

 

RAVE East Village Artist Residency, 2018, Ottava edizione 
venerdì 13 luglio, ore 18.30 
Il disegno come pratica di resistenza
talk di Giuseppe Stampone
in dialogo con Matteo Lucchetti e Teresa Macrì
 
 
 
L’ottava edizione di RAVE East Village Artist Residency entra nel vivo a Trieste venerdì 13 luglio con la collaborazione di Trieste Contemporanea che propone alle 18.30, allo Studio Tommaseo di Trieste (via del Monte 2/1), un incontro con Giuseppe Stampone, artista in residenza RAVE 2018. 
L’artista parlerà del suo progetto per la residenza "Il disegno come pratica di resistenza", in dialogo con i curatori e critici d’arte Matteo Lucchetti e Teresa Macrì. Il tratto distintivo della recente produzione di Stampone è rappresentato dalla scelta di reinterpretare la tecnica pittorica tradizionale attraverso l’uso della penna bic, strumento quotidiano che consente all’artista di sottrarre l’immagine al proprio universo mediatico e di riportarla alla dimensione autoriale.
Il progetto artistico RAVE curato da Isabella e Tiziana Pers proseguirà poi sabato 14 nel borgo storico di Soleschiano (Manzano, UD) con la tavola rotonda Il sabato del villaggio (informazioni www.raveresidency.com).
 
 
 
GIUSEPPE STAMPONE (Cluses, Francia 1974, vive e lavora fra Roma e Bruxelles) è uno degli artisti più significativi della sua generazione. La sua ricerca integra l’uso dei nuovi media a progetti didattici impegnati su temi globali quali emigrazioni, risorse idriche, guerre e squilibri degli ecosistemi causati dall’intervento umano.  La ricerca di Stampone, così come la pratica RAVE, affonda a piene mani nella realtà del quotidiano, nella radicalità dell'esistenza stessa, e si snoda fra una serie di progetti multidisciplinari che incorporano spesso un’imprescindibile dimensione artistica-didattica-sociale. 
Le opere e i progetti di Stampone sono stati esposti in biennali d’arte internazionali e musei, tra cui: Biennale di Architettura di Seoul; Triennale di Ostenda; 56a Biennale di Venezia; 11th Havana Biennial; Liverpool Biennial; 14a e 15a Quadriennale di Roma; Kunsthalle City Museum, Gwangiu; American Academy, Roma; MAXXI–Museo Nazionale d’Arte del 21° secolo, Roma; Palazzo Reale, Milano; Museo Gamec, Bergamo; Museo Macro, Roma.
 
MATTEO LUCCHETTI è un curatore che vive e lavora a Bruxelles. Co-dirige dal 2010 il progetto Visible (Fondazione Pistoletto–Cittadellarte, Fondazione Zegna). È stato curatore del centro d'arte contemporanea BAK, basis voor actuele kunst, di Utrecht nel 2017–2018. Tra le sue mostre ricordiamo "Marinella Senatore: Piazza Universale. Social Stages", Queens Museum, New York, 2017; "De Rerum Rurale", 16ma Quadriennale, Roma, 2017; "Don’t Embarrass the Bureau", Lunds Konsthal, 2014; "Enacting Populism in Its Mediæscap"e, Kadist Art Foundation, Parigi, 2012. È guest professor all’HISK di Gent e ha collaborato con il Piet Zwart Institute di Rotterdam.
 
TERESA MACRÌ è critica d'arte, curatrice indipendente e scrittrice. Insegna Fenomenologia delle arti contemporanee all'Accademia di Belle Arti di Roma e dell'Aquila. Collabora a Il Manifesto. Vive e lavora a Roma. La sua ricerca è legata alla teoria critica contemporanea e all'indagine dei Visual Studies e, attraverso questa prospettiva, ha curato mostre internazionali, realizzato reading di letteratura e filosofia, festival di performance, tecnologia e di cinema, condotto programmi culturali per Radio3 RAI e pubblicato diversi libri (per gli editori Postmedia Books, Meltemi, Costa&Nolan).
 
RAVE East Village Artist residency è un progetto internazionale ideato nella campagna friulana da Isabella e Tiziana Pers con Giovanni Marta (e di cui Trieste Contemporanea è partner fin dalla prima edizione). RAVE si caratterizza per essere l’unica residenza che si svolge in un luogo dove vivono degli animali salvati dal macello, ed apre la discussione sul ruolo e sulla responsabilità dell'arte contemporanea nei confronti dell'alterità animale e sulla necessità di ripensarsi in una prospettiva biocentrica, antispecista ed ecosostenibile.
RAVE è un progetto realizzato con il supporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, main partner Vulcano unità di produzione contemporanea.