home   english    

Trieste Contemporanea: dialoghi con l'arte dell'europa centro orientale
 
the quipps
gli autori, le performance

 
 
 
MARCO GORGOGLIONE 
Ultima Aestate 
 
La performance, dal titolo “alla fine dell’estate”, è un’elaborazione del lutto, del trauma della separazione e della perdita. È un percorso che esplora il senso delle cose che passano, come la fine, il senso di vuoto, l’assenza. È un dialogo con chi non c’è più e allo stesso tempo con se stessi, voci diverse e distanti che riaffiorano e diventano compresenti, per recuperare quello che è perso e quello che resta.
 
Marco Gorgoglione nasce nel 1995 in Basilicata. Vive a Pisa dove studia Lettere moderne. Nel 2017 fonda gli Yawpisti, movimento che si occupa della diffusione di poesia contemporanea sul territorio toscano e italiano. Nel 2018 è a Genova tra i finalisti nazionali di poetry slam. Ha collaborato con poeti e festival italiani e internazionali come il Pisa Book Festival.
 
 
 
 
EVA KOKALJ 
Svet pripada hrabrim (il mondo è di chi ha coraggio)
 
Nella poesia di Eva Kokalj, il soggetto viene sempre per primo. Quando la poetessa tocca il proprio mondo interiore, cerca un porto dei sogni che è stato demolito. Esplora il suo modello per la transizione del mondo esterno nell'esistenza umana e descrive la caduta e il rialzarsi, l'amarezza e la solitudine, il proprio scorrere dall'interno verso il mondo e viceversa - il mondo che entra. Esplora l’amara ma coraggiosa verità di chi siamo, qual è lo scopo, qual è il nostro silenzio, quando il silenzio diventa assenza di parole.
Come parlare di qualcosa in quel silenzio? La risposta è: parla dell'amore.
 
Eva Kokalj (1989) è una poetessa slovena, performer e regista teatrale. Spesso mette la propria poesia in musica e / o video. Si è esibita anche come cantautrice, esibendosi finora per tre volte. Inoltre ha scritto e diretto due spettacoli che sono stati presentati a Glej, a Lubiana e, nella sua città natale, Celje. Ha partecipato alla finale del Poetry Slam Nazionale Sloveno due volte.
 
 
 
 
YASMIN HAFEDH 
What more can I say?!  (cos'altro posso dire?!)
 
Hafedh cercherà di tracciare il ponte tra la poesia della parola e il rap. Il femminismo arriva sempre quando si esibisce, anche i grandi anti-!: antifascismo, antirazzismo, antisessismo. Per il rispetto e la pace, parola per parola, e il tutto per dire qualcosa.
 
Yasmin Hafedh vive a Vienna, dove ha frequentato i palcoscenici dall'età di 15 anni e ha cominciato a lavorare come poeta. Ha iniziato a frequentare gli slam di poesia a Vienna (dal 2007), mentre andava a scuola. A quel tempo, è diventata redattrice della rivista Literaturzeitschrift & Radieschen e membro della 1MM Freestyle Session, una sessione di freestyle bisettimanale. Nel 2009 è stata la prima donna nella finale dell'Ö-Slam (Austrian Poetry Slam Championship), che ha vinto poi nel 2013. Hafedh è uno dei più noti slampoets austriaci.
 
 
 
 
GABRIELE STERA e MARTINA STELLA
Dorso Mondo 
 
È una performance di poesia, musica elettronica e video-arte, estratta da un libro-disco di prossima uscita per l’editore Squi(libri). Nel paesaggio di geometrie astratte prodotto dalle proiezioni video di Martina Stella, Gabriele Stera unisce il ronzio dei campi elettromagnetici presenti in sala e le parole per raccontare un’insonnia, un viaggio interspaziale, un naufragio, una giornata.
 
Gabriele Stera (Trieste, 1993), poeta e artista sonoro e Martina Stella (Trieste, 1992), artista
visiva, vivono a Parigi dove studiano rispettivamente Estetica e Fotografia e arte contemporanea.
Il loro primo lavoro collettivo, Dorso Mondo, unisce poesia, musica, illustrazione e performance
multimediale, e sarà edito da Squi(libri) nel 2019.