notizie

29 agosto 2020

Both ways: croazia

foto Marino Ierman, courtesy Trieste Contemporanea

Link alla mostra virtuale: http://bit.ly/bothwaystrieste

Autori
Bojan Crnković, Vedrana Mikulić Crnković (Math Behind the Walk); Ingeborg Fülepp, Dijana Protić, Marko Mrvoš (A Walk in Memories).

Curatori: Ingeborg Fülepp, Vedrana Mikulić Crnković / Progettazione e implementazione dell’algoritmo matematico e VR: Bojan Crnković, Vedrana Mikulić Crnković / Video Camera 360: Tena Bošnjaković (A Walk in Memories), Marko Mrvoš (Downtown Rijeka) / Editing: Marko Mrvoš / Sound design: Matko Baričević / Visual communication design: Korina Hunjak / Poster printing: Ivan Vranjić, APURI / Attori e interpreti: Denis Kirinčić, Marko the Clown, Naim, Tino Trkulja, cavalieri del Ranch Sivi Vrabac Pette Rocco / Produzione: University of Rijeka, Department of Mathematics & Center for Innovative Media, Academy of Applied Arts / Co-finanziato da: KKT (Campus Creative Team, Rijeka 2020, Capitale europea della cultura); 27 quartieri: progetti UNIRI (Interdisciplinary Research and Application of New Media Technologies in Virtual Reality Art); Department of Mathematics e The Elsevier Mathematical Sciences Sponsorship Fund / Supporto tecnico: UNIRI – Academy of Applied Arts and Department of Mathematics.

Tutta orientata alla collaborazione della matematica con l’arte è la sezione BOTH WAYS croata. Curata da Ingeborg Fülepp e Vedrana Mikulić Crnković, rispettivamente docenti all’Accademia di Belle Arti e al Dipartimento di Matematica dell’Università di Fiume (che sono anche tra gli autori del progetto), e realizzata da un team di docenti e studenti appartenenti ad entrambi gli istituti formativi, la proposta espositiva per Trieste è composta da due progetti che si compenetrano: A Walk in Memories e Math behind the Walk. Risultato della collaborazione di artisti e matematici è una passeggiata virtuale attraverso la città di Fiume. Nel primo progetto attraverso un QR code si potranno estrarre dalle fotografie esposte i rispettivi video a 360 gradi di differenti luoghi della città; nel secondo i visitatori virtuali influiranno sull’algoritmo che li guida attraverso la città, modificando la visita che sarà offerta al prossimo visitatore.